Translate

venerdì 19 dicembre 2014

Assumersi la responsabilità

Ma di quale responsabilità stiamo parlando?
Intervistato dalla rivista BJJ Legends Magazine, l'icona Rickson Gracie spiega esattamente cosa egli voglia intendere.
A suo modo di vedere, chi ha legato ai fianchi la cintura di colore nero dovrebbe avere la responsabilità di educare gli allievi sia alla competizione sportiva quanto all'aspetto della difesa personale.
Questo perchè il messaggio del Jiu Jitsu proposto dalla famiglia Gracie era inequivocabile: il metodo Jitsu doveva esprimersi sulle materassine, dentro una gabbia e sulla strada.
Parte della famiglia Gracie non ha mai nascosto i forti dubbi riguardo le competizioni e non perchè queste limitino il Jiu Jitsu stesso (piuttosto, lo decuplica) piuttosto perchè un'atleta si concentra esclusivamente sulle regole e come ottenere la vittoria tramite il sistema dei punteggi
Molti bravi atleti hanno così necessariamente tralasciato la parte didattica che riguarda il capitolo difesa personale a discapito, così sembra asserire Rickson, al messaggio originale del Gracie Jiu Jitsu.
Sentirle dalle labbra di Rickson, non può che confortarmi.