Translate

sabato 4 gennaio 2014

Dal torpore al dolore

Nel calendario è scritto 2014. Nella pancia delle emozioni poco o nulla cambia: ci siamo ritrovati sul tatami per darcele di nuovo, come sempre.
Qui non si primeggia, non si fanno assalti alla carovana per la gloria: essa è fugace e spesso NON dipende dal nostro potere.
No, qui si suda, si respira affannosamente, si dialoga, ci si confronta e ci si mette in gioco con una spiccata fisicità e strategia. La sofferenza, il dolore ci accompagnano come fedeli testimoni del nostro sforzo. Giovani o meno, pesanti o meno, pieni di fasci di muscoli e tendini o meno....questo non può scalfire la nostra volontà. Tutto si appassisce, si avvilisce, il tempo non fa sconti a nessuno...il baluardo del nostro quotidiano vivere è e rimane la nostra filosofia pratica.

Round da 3 minuti con 1 minuto di riposo fino a che la lingua, secca, si spalmi sul palato mentre i polmoni cercano ancora aria, che non vuol sapere di ristorare una sopita lucidità mentale.

Buon anno!