Translate

martedì 16 aprile 2013

Dimostrazione di Jiu Jitsu brasiliano: buona la 1ma!

Zanshin: imperturbabilità, presenza
Siamo davvero contenti di aver avuto la possibilità di esprimere il nostro Jiu Jitsu.
Siamo contenti per diverse e valide ragioni.
La prima, appunto, è quella della nostra prima "uscita ufficiale", la prima dello Zanshin Kai Jiu Jitsu.

E' un'esperienza che fanno tutte le scuole e la nostra è avvenuta al momento giusto. Anche se abbiamo avuto solo 1 settimana di tempo per prepararci, 3 giorni in realtà, crediamo di aver espresso un buon Jiu Jitsu cercando di focalizzare l'attenzione del pubblico sulla parte dello scambio tecnico prima e della difesa personale poi, sensibilizzando quella parte marziale, come appunto i praticanti di Karate a contatto pieno.

15 minuti sono stati sufficienti per esprimerci su una lieve preparazione fisica, con movimenti di riscaldamento articolare seguiti da alcuni movimenti degli animali per poi proporre immediatamente un rolling non costruito ma allo stesso tempo non statico e senza punti morti (per quanto possibile).
Dopo appunto questo round da 6 minuti, abbiamo proposto una piccola sezione dedicata alla defesa pessoal, estrapolando alcune tecniche dal repertorio del Jiu Jitsu che secondo noi potevano dare una idea dell'applicazione dello stile anche in un contesto di aggressione.
Volutamente, non abbiamo proposto tecniche nevrotiche eseguite a velocità improbabili ma anzi abbiamo cercato di dimostrare la fluidità e la dinamicità del nostro stile.

Vogliamo così ringraziare il Maestro Filippo Calà e tutto lo Shinseikai per averci dato questa possibilità , sperando di averli ripagati con una dimostrazione a tutti gradita. Oss!