Translate

venerdì 19 ottobre 2012

Osu!

Osu
Ci sono diversi modi di entrare sul tatami: si scherza, si ride, si è ancora investiti del ruolo ordinario, oppure si sopporta la nostra condizione, o ci si prepara mentalmente alla lezione.
Quest'ultimo stato "spirituale" (non inteso nel senso mistico o religioso) può racchiudersi nella parola Osu.
La parola "osu" (pronunciata oss) è originariamente derivata dell'abbreviazione del termine "ohayō gozaimasu" (equivalente al nostro "buongiorno"), e/o del termine onegai shimasu "oss", tradotto vuol significare "onorato di imparare con voi".

Successivamente adattata ai kanji 押忍 (osu, per l'appunto) il cui significato si potrebbe sommariamente tradurre con "sopportare e controllare sé stessi" o "tollerare controllandosi".
Questa espressione viene usata in palestra quando si salutano i compagni o il maestro, o quando si manifestano approvazione e conferma e sincero rispetto.


Quando entri in un dojo chini il capo e dici "Osu!" sta a significare rispetto per il Dojo e per il tempo che spendi per allenarti in quel luogo.
Questo sentimento di rispetto è OSU! Questo è il sentimento condiviso nello Zanshin Kai Jiu Jitsu.